I partecipanti del progetto "Palchi e allestimenti"

Partecipanti

Progetto> Palchi e allestimenti

Questi sono i professionisti che lavorano al progetto "Palchi e allestimenti", incaricati di progettare palchi e allestimenti per gli eventi che avranno luogo nella Capitale Europea della Cultura 2019.

 

 

ODS18 Portrait PLaterza 12 webAntonio Elettrico - Architetto

di Matera

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Opera nell’ambito dell’architettura e del design, si laurea in architettura presso l’Università degli Studi di Napoli, Federico II. Nel 2004 partecipa al workshop: ”Anàlisis e intervenciòn en el boulevard Parque de Genil” in Granada. Successivamente intraprende varie collaborazioni professionali con studi tecnici di architettura occupandosi di progettazione architettonica di spazi residenziali, commerciali e dedicati all’ospitalità, in ambito nazionale ed internazionale. A partire dal 2009 avvia l’attività di libero professionista, dedicandosi in particolar modo alla progettazione d’interni e al design del prodotto con particolare attenzione rivolta alla ricerca, all’innovazione ed alla prototipazione. Il suo approccio ad una progettazione architettonica intesa come campo di sperimentazione e intersezione di diverse discipline, lo porta a partecipare a progetti di innovazione culturale con vari soggetti a livello locale ed internazionale.

 

ODS18 Portrait PLaterza 18 webGiulia Finazzi - Architetto

di Genova

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laureata nel 2011 presso l’Università di Architettura di Genova, ha vinto una borsa di studio e ha lavorato a Londra per un anno presso uno studio di Urbanistica, Ricerca e Architettura per poi tornare a Genova, dove ha lavorato come Architetto libero professionista. Nel 2014 inizia a collaborare con Joseph Grima e Tamar Shafrir nel nuovo studio Space Caviar, uno studio di Design e Architettura che analizza il rapporto tra arte, politica, tecnologia e sfera pubblica. All’interno di questo collettivo, partecipa a progetti di scala nazionale e internazionale come la Biennale Interieur Kortrijk (2015), Fuori Salone del mobile di Milano (2014-2018), Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016, Biennale Saint Etienne (2017) tra gli altri.

 

ODS18 Portrait PLaterza 03 webElisa Giuliano - Exhibition designer

di Alessandria

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Elisa Giuliano (Italia, 1990) è un architetto, danzatrice contemporanea ed exhibition designer e vive a Berlino. La sua pratica multidisciplinare si sviluppa tra architettura, performance, coreografia, exhibition design, scenografia, ricerca e progettazione urbana, investigando come la performance può diventare uno strumento radicale per ripensare l’architettura e i suoi scenari futuri. Elisa è attualmente parte dello studio di architettura Kuehn Malvezzi. All’interno dello studio si occupa principalmente della produzione di pubblicazioni e di mostre. Nel 2017 Elisa faceva parte dello Studio Lukas Feireiss dove si occupava di ricerca, comunicazione, servizi editoriali e curatoriali per la produzione di numerosi progetti tra cui simposi internazionali, mostre e pubblicazioni. Nello stesso anno Elisa ha partecipato come performer alla produzione Blank Placard Dance, ideata dalla pioniera della danza postmoderna Anna Halprin, parte del programma del festival di coreografia contemporanea Tanz im August di Berlino. Nel 2016 ha condotto una residenza durante la decima edizione del festival internazionale di danza contemporanea la Biennale di Venezia lavorando come danzatrice al progetto coreografico Danze sulla Debolezza a cura del coreografo Virgilio Sieni. Nel 1996 Elisa si è iscritta alla sua prima lezione di balletto classico e da quel giorno ha continuato a studiare danza a livello professionale per quindici anni, sperimentando con diverse tecniche di movimento e coreografi. Nel 2011, partendo dall’esigenza di esplorare altre discipline, si è avvicinata allo studio dell’architettura ottenendo la laurea magistrale presso l’Università degli Studi di Genova nel 2016.

 

ODS18 Portrait PLaterza 11 webAlberto Lago - Designer

di Venezia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alberto Lago (1982) è un designer freelance con interessi che vanno dal design alla grafica, fino all'arte culinaria. Il suo background formativo spazia dall'architettura all'ingegneria al design, una delle sue grandi passioni insieme al vintage. Ha vissuto e lavorato a San Francisco, Los Angeles, Stoccarda, Milano e Venezia. Alberto ha vinto numerosi premi di design e grafica internazionali e ha esposto i suoi lavori in diversi esibizioni. Ha inoltre pubblicato su varie riviste di design/grafica e scientifiche. Il processo creativo di Alberto si basa sullo studio dei lavori artigianali in relazione all'utilizzo dei materiali naturali (legno, metallo, ceramica, tessuto e vetro). Il punto di partenza è una interazione diretta con artigiani esperti per comprendere le loro passioni, emozioni e sogni. Tutto questo viene usato per informare l'approccio creativo in modo unico. In questo modo, la definizione del progetto non è mai il risultato di un percorso definito e diretto, ma, invece, e' uno sviluppo evolutivo che combina le abilità umane con le caratteristiche dei materiali. Il risultato finale è un connubio di forme pulite e linee morbide, che definiscono in modo essenziale le funzioni, per dare all'utente nuove esperienze emotive attraverso gli oggetti che circondano la propria quotidianità.

 

Gabriella Mastrangelo stagesGabriella Mastrangelo - Designer

di Taranto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

entropikalab.com - makepeopledo.it 

Gabriella Mastrangelo si laurea in Design degli Interni al Politecnico di Milano nel 2009, in seguito si trasferisce a Londra dove lavora per un anno presso uno studio di progettazione specializzato in architettura d'interni e interaction design. Il suo ritorno in Italia coincide con l'inizio di un percorso di ricerca sullo spazio inteso come luogo di esperienze, di relazione, di partecipazione. Nel 2011 fonda l'ass. Make People Do Lab, che si occupa di ricerca sul artigianato e territorio attraverso pratiche partecipate di progettazione e didattica informale. Dal 2014 collabora con Entropika, uno studio multidisciplinare con sede ad Atene, in qualità di designer. Nel 2015 è borsista presso il CETMA di Brindisi all'interno del progetto MAIND sui materiali eco-innovativi per le industrie manifatturiere. Da ottobre 2016, è cofondatrice di Bordo, uno studio di design con sede a Taranto, specializzato in visual e interior design. I suoi lavori sono stati esposti presso: Elephant&Castle Mini Maker Faire, Londra 2014, hABITAPULIA 2020, Salone del Mobile 2015 , Next Design Innovation, Salone del Mobile 2016, Puglia Crossing Identities, Salone del Mobile 2017.

 

ODS18 Portrait PLaterza 14 webArtemis Papageorgiou - Architetto

di Atene, Grecia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

entropikalab.com - artemispapageorgiou.com

Artemis Papageorgiou è un architetto, artista multimediale ed educatore che esplora le ripercussioni del gioco e dei media computazionali all'interno del paesaggio urbano. Il suo lavoro comprende installazioni interattive, mobili ibridi e giochi urbani, mirando alla partecipazione attiva del pubblico. Dopo essersi diplomata alla Patras School of Architecture (2006), si è trasferita a Londra per dedicarsi alla sua passione per l'architettura interattiva. Lì ha completato il suo MFA in Computational Studio Arts al Goldsmiths College (2009) e ha collaborato con vari designer prima di trasferirsi ad Atene. Nel 2011, Artemis ha co-fondato Athens Plaython, il primo festival di giochi di strada ad Atene, che ha una durata di tre anni. Nel 2014 ha fondato Entropika, un laboratorio di progettazione interdisciplinare specializzato in interventi urbani ed esperienze ludiche, insieme a programmi educativi su arte, architettura e tecnologia. I suoi progetti sono stati esposti a livello globale: Salone del Mobile di Milano (2015-2016), Southbank Centre London (2015), Polytechnic Museum of Moscow (2014), Victoria & Albert Museum London (2010), Benaki Museum Athens (2010), Eyebeam Center New York (2008).

  

ODS18 Portrait PLaterza 13 webDavide Tagliabue - Artisan

di Monza

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

camposaz - periferica

Nato a Monza nel 1988, è attratto dall'arte sin dai primi anni dell'infanzia. Nonostante questo, decide di indirizzare i suoi studi nel campo dell'edilizia. Laureato in Ingegneria Edile-Architettura al Politecnico di Milano nel 2016 dopo il diploma di geometra, ha coltivato nel frattempo un forte interesse per il design e l'uso del legno nelle sue varie forme che lo hanno avvicinato progressivamente al mondo dell’artigianato. Nel 2015 ha il primo contatto con l’architettura autocostruita grazie all’allestimento del festival musicale Terraforma; esperienza che ripeterà anche nelle edizioni successive. Da lì nasce la passione per l’architettura effimera, vista come perfetto connubio tra architettura, arte e artigianato, e di cui farà il suo principale campo di ricerca e produzione. Dal 2016 è membro dell’associazione Camposaz, con cui realizza un padiglione a Rotterdam e uno in Romania per il WWF. Dal 2017 collabora con Periferica, centro di rigenerazione urbana siciliano ormai riconosciuto a scala nazionale. Nello stesso anno vince assieme al fratello il bando Box336am, che porterà alla realizzazione di “contenitori culturali” a supporto delle associazioni presenti nelle zone del centro Italia colpite dal sisma.

  

Open Talk - SMALL Lab -

Open Talk - SMALL Lab - "Performing Publicness"

Open Review - 16 Marzo

Open Review - 16 Marzo